UNIVERSITA’: ALMA MATER AL TOP PER LAUREATI E LAVORO

Cresce il numero di laureati che trovano lavoro dopo un anno dal termine degli studi. Sono oltre 17.000 i laureati nel 2016, di cui il 64% ha terminato gli studi in corso, a fronte di una media nazionale sotto il 50%. A cinque anni dalla magistrale, ha un lavoro l’87% dei laureati, contro l’84% nel resto del paese, e il tasso di disoccupazione e’ pari all’8%. Questo e’ uno dei dati relativi all’Università di Bologna contenuti in un rapporto stilato da Almalaurea. Tra gli occupati, il 55% ha ottenuto un contratto a tempo indeterminato, mentre il 13% svolge un lavoro autonomo: a farla da padrone il settore privato (servizi e industria soprattutto), mentre meno di due su dieci lavora nel pubblico. Spulciando lo studio, si scopre che il 65% dei laureati e’ in possesso di un diploma liceale, mentre il 19% possiede un diploma tecnico, e l’eta’ media alla laurea e’ 25 anni e mezzo. Il voto medio di laurea e’ 102,8, titolo a cui il 57% degli studenti arriva dopo aver svolto tirocini o addirittura (per il 69%) lavorando; il 15% di loro ha fatto l’Erasmus. Che poi l’università di Bologna sia attrattiva emerge dal fatto che il 42% dei laureati proviene da fuori regione, contro una media italiana del 22. Un mondo che soddisfa: l’86% dei laureati e’ soddisfatto del rapporto con il corpo docente, 8 su 10 considera le infrastrutture a disposizione adeguate. L’Università però ancora non riesce ad esprimere al meglio il suo possibile ruolo di ‘ascensore sociale’. Il background familiare gioca infatti ancora un ruolo fondamentale: nella stragrande maggioranza dei casi si laureano i figli di genitori laureati.

You might also like More from author

Comments are closed.