TURISMO: FEDERALBERGHI ALL’ATTACCO DI AIRBNB

Ad aprile, nella settimana di Pasqua, in Emilia-Romagna “risultavano disponibili su Airbnb 6.178 alloggi”. Secondo Federalberghi regionale, che ha diramato i dati, sono vere e proprie attività economiche, che però troppo spesso non sottostanno alle regole imposte dalla legislazione italiana. E’ la stessa federazione a sottolineare che oltre la metà degli alloggi presenti sul portale web (per l’esattezza il 57,3%) sono riferiti a interi appartamenti; poco meno di 3 su 4 sono disponibili per più di sei mesi e quasi il 50% sono gestiti da ‘host’ (vale a dire coloro che ospitano) che mettono in vendita più di un alloggio. Un vero e proprio business insomma, sottolinea Federalberghi, che ha messo in fila quelle che considera quattro grandi bugie, rispetto a quanto sponsorizzato sul sito di Airbnb: innanzitutto, si legge nella nota, non è vero che si condivide l’esperienza della città con il padrone di casa perché, appunto, molti degli appartamenti sono totalmente disabitati e adibiti all’esercizio; poi, molto spesso non si tratta di attività occasionali, in quanto la maggior parte degli appartamenti è disponibile oltre i 6 mesi l’anno; proprio per questo, continua Federalberghi, non si tratta di forme integrative del reddito ma di vere attività; infine, non è vero che quella di Airbnb è una formula di offerta che compensa la mancanza di strutture tradizionali perché la maggior parte degli alloggi si concentra nelle città e nelle principali località turistiche.

You might also like More from author

Comments are closed.