STUPRI DI RIMINI: DOPO LA CONDANNA DI BUTUNGU, GIUDIZIO IMMEDIATO PER GLI ALTRI TRE

Dopo la condanna a 16 anni di reclusione con rito abbreviato, sentenziata lo scorso 10 novembre, a carico di quello che è stato ritenuto il capo del branco, Guerlin Butungu, saranno processati con rito immediato gli altri tre minorenni accusati, insieme al 20enne congolese, di avere stuprato una giovane turista polacca e picchiato un suo amico sulla spiaggia di Miramare di Rimini, e poi violentato poco dopo una prostituta transessuale peruviana la notte del 26 agosto. Lo scrive l’edizione riminese de ‘il Resto del Carlino’, secondo cui la Procura dei minori di Bologna ha deciso di procedere con rito immediato. L’udienza – spiega il quotidiano – è stata fissata al prossimo 28 marzo. Quello cosiddetto immediato è il giudizio al quale si ricorre quando l’accusa, il magistrato, ha sufficienti elementi per saltare l’udienza preliminare, insomma quando c’è evidenza dei fatti compiuti: in questo caso, offerti dalle confessioni dei tre minorenni una volta arrestati. Alla ‘sbarra’ ci saranno due fratelli marocchini di 15 e 17 anni residenti a Vallefoglia, nel Pesarese, e un 16enne nigeriano, residente a Pesaro, tutti ritenuti protagonisti della notte di terrore dello scorso agosto.

You might also like More from author

Comments are closed.