SPESE PAZZE IN REGIONE: CORTE DEI CONTI FA LO SCONTO ALL’EX CAPOGRUPPO PDL VILLANI

Condanna confermata, seppur con un piccolo sconto di 2.000 euro. La vicenda è q uella che ha visto alla sbarra presso la Corte dei Conti l’ex capogruppo del Pdl alla Regione Emilia-Romagna, Luigi Giuseppe Villani, per le spese messe a rimborso dai gruppi consiliari nel 2011 e 2012. Una coda del caso spese pazze, insomma. Lo scorso anno i giudici di primo grado avevano condannato Villani a risarcire a viale Aldo Moro 27.541,30 euro, oltre al pagamento delle spese di giudizio. Ieri la sezione d’Appello del tribunale contabile ha dunque la sentenza, ma ha abbassato la somma dovuta. Nella sentenza letta in aula, il giudice ha scritto che “Villani si è scostato dalle elementari e chiare regole di utilizzo, gestione e rendicontazione dei fondi consiliari, che era tenuto a conoscere ed applicare, considerata anche la posizione di capogruppo dallo stesso ricoperta”. Il collegio ha riconosciuto “tutte le spese per cui è stata fornita una motivazione puntuale e riscontrabile di inerenza alla attività del gruppo”, mentre sono state considerate “indebitamente poste a carico dei fondi del gruppo consiliare – si legge ancora – quelle solo genericamente motivate, la cui inerenza non è quindi provata o riscontrabile”. Nel mirino erano finite le spese per taxi, autostrade e treni, ma soprattutto i rimborsi per cene e alberghi: questi ultimi sono stati per la quasi totalità ritenuti ingiustificati.

You might also like More from author

Comments are closed.