SMOG: IL GRAN CALDO FA SCHIZZARE I LIVELLI DI OZONO

Non si allenta la morsa dell’afa: Bologna è tra le otto città italiane oggi col bollino rosso, quindi massima allerta per ondata di calore. Colonnina di mercurio intorno ai 38 gradi nelle pianure dell’Emilia-Romagna durante le ore del pomeriggio. Un lieve abbassamento delle temperature e’ atteso per domani, ma il caldo sembra destinato a dominare anche i prossimi giorni. L’altra faccia dell’attuale situazione climatica e’ pero’ l’inquinamento da ozono, tipico della stagione estiva. Negli ultimi giorni, in base ai dati di Arpae, si sono susseguiti ripetuti sforamenti, che hanno portato parecchie centraline della regione a superare abbondantemente i limiti di legge: in molte il bonus di 25 giornate all’anno è stato superato. Già lunedì, prima giornata di calura intensa, sono andati fuori norma anche i valori di localita’ appenniniche come San Leo nel riminese (136 microgrammi per metro cubo) e Corte Brugnatella nel piacentino (139 microgrammi). Decisamente peggio in pianura, in particolare sul versante occidentale della regione. A Piacenza si sono toccati i 193 microgrammi per metro cubo di concentrazione di ozono, alla centralina del parco Montecucco. Valori fuori norma anche a Parma, a Reggio Emilia e a Modena. Non fa eccezione Bologna, dove hanno registrato valori superiori al consentito sia la centralina dei Giardini Margherita sia quella di via Chiarini. Ma l’aria peggiore si è respirata nella bassa, a Molinella, con 152 microgrammi. Fuori norma anche il ferrarese e la Romagna, dove spiccano i 146 microgrammi di Cervia e i 145 di Rimini citta’.

You might also like More from author

Comments are closed.