SICUREZZA, DENUNCE: RIMINI E BOLOGNA SUL PODIO IN ITALIA

Ci sono ben due province dell’Emilia-Romagna fra le prime tre in Italia per numero di reati denunciati in rapporto alla popolazione. Sono Rimini e Bologna. Stando ai dati (aggiornati al 2016) del ministero degli Interni elaborati dal Censis, dietro la provincia di Milano, che guida la classifica con 7,4 reati denunciati ogni 100 abitanti, vengono il capoluogo romagnolo, con 7,2, e quello di regione, con 6,6. Nella ‘top ten’ si collocano, poi, in ordine, Torino, Prato, Firenze, Genova e Roma. Globalmente, dice il Censis, i dati sulle denunce “riflettono una forte concentrazione della criminalita’ nei centri urbani piu’ abitati, dove si hanno flussi consistenti di individui: oltre ai residenti, pendolari, studenti, turisti, migranti”. Di contro nel 2016 in ben 18 provincie italiane non e’ avvenuto neppure un omicidio. Nel complesso, dai dati Istat elaborati dal centro studi, emerge che oltre 19 milioni di italiani percepiscono il rischio di criminalita’ nella zona in cui vivono, con picchi nel Centro del Paese e nel Nord-Ovest. Tuttavia, anche se la criminalita’ “continua ad essere ritenuta un problema grave, i dati dicono che i reati sono in diminuzione costante nel tempo: negli ultimi 10 anni di oltre il 17%. Calano soprattutto omicidi, rapine e furti; siamo poi sotto la media europea per le violenze sessuali e le lesioni dolose. Gli unici reati che vedono l’Italia fare peggio rispetto alla media Ue, sono i furti, nonostante la diminuzione.

You might also like More from author

Comments are closed.