SCUOLA: DOMANI INIZIA IL NUOVO ANNO

Domani in Emilia-Romagna la campanella darà inizio al nuovo anno scolastico per 620mila studenti: per 70 mila di loro sarà il primo giorno. Un anno particolare, segnato dall’obbligo vaccinale per l’iscrizione, con la corsa agli appuntamenti presso le Ausl e la compilazione delle autocertificazioni da presentare in classe: ma non faremo posti di blocco, ha assicurato il direttore dell’ufficio scolastico regionale Stefano Versari; evitare ogni situazione conflittuale, è il mantra del provveditore, ma – assicura anche – le famiglie che si ostinano a non voler rispettare l’obbligo saranno segnalate all’Ausl e quindi all’autorità giudiziaria. Guardando alle classi, l’attenzione negli ultimi anni si è concentrata sugli alunni stranieri: l’anno passato erano circa 90.000, ovvero il 16,6% dell’intera popolazione scolastica regionale, per quello che sta invece per iniziare mancano ancora i dati definitivi. Le classi funzionanti saranno quasi 25.000. Tra docenti e personale Ata sono attivi quest’anno oltre 70.000 posti, in aumento rispetto al passato sottolinea Versari che replica così alla Cgil che ha lanciato uno stato di agitazione a livello nazionale per il personale tecnico-amministrativo. Oltre che sull’organico, i i sindacati protestano anche per la decisione del ministero di fare ai supplenti Ata contratti non per tutto l’anno scolastico. Questo perché, replica Versari, a marzo ci sarà la graduatoria che assegnerà il posto a chi ne avrà legittimamente diritto.

You might also like More from author

Comments are closed.