RAVENNA, STUPRO FILMATO COL CELLULARE: SCARCERATI I DUE PRESUNTI AUTORI

Escono dal carcere il 26enne romeno e il 27enne senegalese bloccati dalla polizia a Ravenna accusati di violenza sessuale di gruppo, il primo per avere stuprato una 18enne ravennate completamente ubriaca e il secondo per avere filmato il rapporto con il cellulare. E’ la decisione presa dal Tribunale della libertà di Bologna che ha dunque annullato le ordinanze di custodia cautelare. I fatti si svolsero nella notte tra il 5 e il 6 ottobre scorso quando, secondo l’accusa, i due, dopo aver conosciuto la ragazza in un locale della città romagnola, l’avevano portata dapprima all’esterno e poi in un appartamento del centro città, visto che non riusciva a reggersi in piedi dopo aver bevuto 4-5 bicchieri di vino e altri tre drink alcolici. Lì, dopo averle fatto una doccia fredda, il 26enne avrebbe avuto un rapporto sessuale con lei mentre il 27enne filmava con il proprio smartphone. Tre i video che la polizia aveva poi sequestrato in seguito alla denuncia scattata dopo che la ragazza si era presentata in ospedale: nei filmati la 18enne si vede dapprima rannicchiata sotto la doccia e in seguito su un divano, quasi inerme, durante il rapporto sessuale; si sente anche la voce femminile di un’altra persona che avrebbe assistito. In udienza le difese dei due ragazzi hanno ribadito che la giovane sarebbe stata consenziente perché, dopo la doccia e un caffè, si era ripresa. E non sarebbe stata, dunque, così ubriaca da subire il rapporto sessuale.

You might also like More from author

Comments are closed.