QUALITA’ DELLA VITA, SOLE24ORE: MILANO PRIMA, BOLOGNA SETTIMA

Qualità della vita, l’avvicinarsi della fine dell’anno portà con sè la consueta classifica del Sole24Ore. Giunta alla sua 29esima edizione, la graduatoria fotografa lo stato di salute delle città italiane attraverso 42 parametri con dati riferiti proprio al 2018. Ebbene in cima al primo posto c’è Milano, la provincia d’Italia dove si vive meglio. Al secondo posto c’è Bolzano, in risalita dalla quarta posizione del 2017, e al terzo Aosta, in discesa di un posto rispetto allo scorso anno. La capitale meneghina vince grazie alla voce benessere, ma a salire verso l’alto sono tutte le grandi città. Innanzitutto di casa nostra: ecco dunque che Bologna è settima, in ascesa di 7 posizioni. Le città dell’Emilia-Romagna si sono comportate quasi tutte bene nel corso dell’anno: al capoluogo di regione, seguono Ravenna all’11esimo, Modena al 15esimo e Reggio Emilia al 18esimo posto, tutte realtà che scalano posizioni in griglia (Ravenna e Modena guadagnano ben 12 e 11 posti) a eccezione di Reggio che lo scorso anno in 16esima piazza. Chiude la top 20 Rimini che scala 7 gradini rispetto al 2017. 7 ne perdono invece Forlì-Cesena e – a sorpresa – Parma, rispettivamente nella casella numero 25 e 29. In discesa pure Piaceza, 40esima con 5 posti persi. Chiude per quanto riguarda l’Emilia-Romagna Ferrara, in 47esima posizione, giù di due piazze. Alcune considerazioni, oltre i numeri: Rimini, 20esima, vince alla voce cultura e tempo libero, ma soffre nel comparto sicurezza, triste primato che in regione condivide con Bologna; cittadini che si sentono sicuri invece a Modena, che però è penalizzata alla voce lavoro; affari che invece funzionano a Reggio Emilia e Forlì Cesena; Parma rimane al top per l’ambiente, ma soffre come Ferrara e Piacenza alla casella tempo libero.

You might also like More from author

Comments are closed.