PIACENZA: OPERAIO INVESTITO DAVANTI AI CANCELLI DELLA GLS, SI VA A PROCESSO

Svolta nella vicenda giudiziaria legata alla morte di Ahmed Abdel Salam. Il gup di Piacenza, su richiesta del pm, ha rinviato a giudizio per omicidio colposo Alberto Pagliarini, il camionista cremonese 44enne che la sera del 15 settembre 2016 travolse e uccise il manifestante egiziano davanti ai cancelli della Gls, a Montale. Il giudice ha anche accolto la richiesta di costituzione di parte civile dell’Unione Sindacale di Base (Usb). La prima udienza del processo è stata fissata per il 17 ottobre. Anche i familiari si sono costituiti parte civile. L’imputato si è invece sempre professato innocente, affermando di aver rispettato i limiti di velocità. Ahmed Abdel, 53 anni, stava picchettando all’esterno degli stabilimenti del centro logistico della Gls: una decina di lavoratori erano presenti quella sera,
scortati da agenti di polizia per motivi di ordine pubblico. La protesta vedeva protagonisti i facchini di un’azienda appaltatrice del colosso internazionale della logistica, per protestare contro il mancato rispetto di accordi contrattuali. Negli attimi della tragedia, gli operai stavano facendo un picchetto per impedire ai camion di superare i cancelli dello stabilimento: il tir guidato da Alberto Pagliarini avrebbe tentato di forzare il blocco schiacciando Ahmed Abdel. L’intervento della polizia evitò il linciaggio.

You might also like More from author

Comments are closed.