OMICIDIO BALLESTRI: PM CHIEDONO GIUDIZIO IMMEDIATO PER CAGNONI

Che sia dal carcere o meno – i difensori hanno chiesto in subordine i domiciliari e il giudice si pronuncerà a breve – il processo comincerà subito, senza i passaggi nelle udienze preliminari. La Procura di Ravenna ha chiesto infatti al Gip il giudizio immediato per Matteo Cagnoni, il 51enne dermatologo accusato di avere ucciso a bastonate in testa la moglie 39enne Giulia Ballestri, dopo averla attirata con uno stratagemma la mattina del 16 settembre scorso nella villetta di famiglia a Ravenna. I pm hanno chiuso quindi le indagini: a questo punto si è in attesa che il giudice indichi la data, notificandola a tutte le parti, per l’inizio del processo in Corte d’Assise, in presenza quindi – vista la pena prevista per il reato – anche di giudici popolari. Cagnoni era stato fermato dalla polizia all’alba del 19 settembre nei pressi della villa paterna a Firenze dopo un’iniziale fuga. Tra gli elementi raccolti nel corso delle indagini della squadra Mobile ravennate spiccano le impronte isolate sul sangue della vittima nella villa di via Genocchi e che l’accusa riconduce a Cagnoni; ma anche i messaggi telefonici che il dermatologo aveva spedito la notte stessa del fermo. Movente dell’omicidio, secondo l’accusa, la separazione in corso e il fatto che la donna da mesi avesse un’altra relazione.

You might also like More from author

Comments are closed.