METEO: PERTURBAZIONE IN ARRIVO, MA SARA’ PASSEGGERA

maltempoMeteo pazzo, potremmo dire, con la pioggia – la grande assente di questo inverno – che quando c’è mette in allerta. L’allarme arriva da Arpa e conferma in realtà ciò che già si sapeva. Il periodo da novembre a gennaio è stato caratterizzato da alta pressione, che ha mantenuto le temperature molto superiori alla media. Un’anomalia che sta determinando temperature eccezionalmente miti, assenza di precipitazioni, scarso rimescolamento atmosferico e quindi poco ricambio di massa d’aria in Pianura Padana.

Ed è proprio in queste situazioni che basta qualche scroscio di pioggia a fare danni. E infatti fino a domani la protezione civile dell’Emilia-Romagna ha elevato la fase di attenzione per rischio idrogeologico: attese piogge sì moderate, ma che si riverseranno in poche ora negli invasi dei fiumi – alcuni quasi in secca.

I bacini interessati saranno quelli del Reno, del Secchia-Panaro e del Trebbia-Taro: possibili smottamenti, piccole frane e cadute massi, recita il bollettino. Perturbazione passeggera però: l’Arpa avverte che l’inverno non è destinato a diventare più rigido, con tutte le conseguenze del caso per ciò che riguarda lo stato dei fiumi, l’agricoltura, il turismo invernale e la qualità dell’aria.

Negli ultimi tre mesi si sono registrati in montagna circa tre gradi in più rispetto agli ultimi anni, in pianura circa 1 grado. La neve sta registrando in regione un record negativo: al 31 gennaio le stazioni nivometriche hanno registrato l’assoluta mancanza di manto nevoso. Non accadeva dal 2006.

You might also like More from author

Comments are closed.