LAVORO: NIENTE “BLACK FRIDAY” PER I LAVORATORI DELLA AMAZON DI PIACENZA

Domani sarà il Black Friday, letteralmente il venerdì nero: nulla a che fare con crolli in borsa o altri eventi catastrofici. Anzi: è considerata una manna per i consumatori d’oltreoceano, negli Stati Uniti, dove la pratica è stata ideata. Un’intera giornata, quella successiva al giorno del Ringraziamento, di sconti extra per dare inizio allo shopping natalizio. Un vero e proprio rito, con file incredibili davanti a negozi e grandi magazzini degli States, che da qualche anno, più timidamente, è arrivato anche da noi: niente risse e botte da orbi, come piace immortalare ai telegiornali americani, ma comunque una giornata di intenso lavoro per chi sta dall’altra parte. Anche in Italia: tanto che quest’anno hanno deciso di incrociare le braccia i lavoratori del portale di acquisti on-line che ha inaugurato il Black Friday nel nostro paese, Amazon. Nel polo logistico di Castelsangiovanni nel piacentino, tra i più grandi d’Europa, i dipendenti hanno proclamato l’astensione dal lavoro domani per l’intero turno. Dunque, nel giorno della grande corsa agli acquisti a prezzi scontati, anche e soprattutto sul web, i dipendenti di Amazon staranno a braccia incrociate fino a sabato mattina. In piu’ e’ stato deciso il blocco degli straordinari fino al 31 dicembre, cioe’ in pieno periodo natalizio. A livello locale, inoltre, e’ previsto per domani un sit-in davanti alla sede di Castelsangiovanni dalle 10 alle 13. A spiegare il motivo sono i sindacati: mancato miglioramento delle retribuzioni e ritmi lavorativi troppo intensi. Insomma, domani ad Amazon sarà un venerdì nero. Letteralmente.

You might also like More from author

Comments are closed.