LAVORO, CISL: NEL 2018 SONO AUMENTATI GLI INFORTUNI

In Emilia-Romagna nel 2018 ci sono state 250 denunce di infortuni sul lavoro in piu’. Sono calati i morti, anche se si tratta di numeri che restano alti: 98 decessi sul lavoro tra gennaio e ottobre 2018 contro i 103 dello stesso periodo del 2017. A fare i conti e’ la Cisl, che critica la manovra economica appena votata dal Parlamento. “Le denunce di infortuni sul lavoro aumentano e la manovra del Governo ridimensiona i premi”, afferma Ciro Donnarumma, segretario regionale del sindacato. Il fenomeno degli infortuni, spiega la Cisl, riguarda ben 71.817 lavoratori emiliano-romagnoli, in aumento rispetto ai 71.567 dello stesso periodo dello scorso anno. In Emilia-Romagna il fenomeno infortunistico colpisce in particolare i piu’ giovani (la classe d’eta’ sino a 29 anni) e i piu’ anziani (da 60 a 69 anni); sono in crescita poi gli infortuni che colpiscono i lavoratori provenienti da altri paesi (13.761 nel periodo gennaio-ottobre 2018, in aumento di mille unità al confronto con il 2017). “La riduzione generalizzata delle tariffe dei premi assicurativi Inail, per un ammontare che nel 2019 e’ valutabile in 410 milioni di euro, e’ iniqua e sconsiderata”: questo il commento della Cisl alla misura presente nella Finanziaria.

You might also like More from author

Comments are closed.