IMOLA: MAXI FRODE FISCALE DA 75MLN DI EURO, 16 INDAGATI

Un “sofisticato sistema di frode, attuato per anni da un sodalizio criminale”, che ha portato alla scoperta di “un giro di fatture false o ‘gonfiate’ per oltre 75 milioni di euro” costruite attorno a sponsorizzazioni di due societa’ di basket “di livello nazionale, di cui una imolese e l’altra, femminile, con sede a Parma”. Frodi commesse anche all’estero. E’ la scoperta fatta dai finanzieri del Comando provinciale di Bologna, che hanno eseguito, in tutt’Italia, un provvedimento di sequestro, emesso dal tribunale del capoluogo, di “beni mobili, immobili (tra cui una villa sui colli bolognesi del valore di circa due milioni di euro), poi auto, quote societarie, polizze assicurative e conti correnti, per quasi 25 milioni di euro”. 16 le persone indagate. Le indagini dei militari sono risalite “ai vertici dell’associazione criminale, che dagli uffici bolognesi avrebbero utilizzato prestanomi compiacenti per strutturare e gestire varie catene societarie, costituite da societa’ italiane, societa’ con finta sede in Gran Bretagna (ma realmente operanti nella sede bolognese) e societa’ costituite in Paesi offshore, in particolare in paradisi fiscali come le Isole Vergini Britanniche e Panama”. Tutto questoserviva per fa sì che “al pagamento della fattura da parte dello sponsor alla societa’ inglese seguiva la retro-restituzione di parte del corrispettivo nuovamente allo sponsor, attraverso una preventiva serie di transazioni di valuta in piu’ Stati esteri attuata con l’obiettivo di dissimularne l’illecita provenienza”. Le fatture false venivano emesse da societa’ appositamente costituite a Londra, ma di fatto organizzate, gestite e dirette a Bologna, che “avevano acquistato, ad un corrispettivo irrisorio e senza esclusiva, i diritti di sfruttamento dell’immagine e degli spazi pubblicitari delle due societa’ di basket”. Queste societa’ ‘fittiziamente straniere’, “emettevano fatture senza applicazione dell’Iva e non presentavano in Italia alcuna dichiarazione fiscale, realizzando cosi’ “una milionaria evasione d’imposta”.

You might also like More from author

Comments are closed.