ECONOMIA, UNIONCAMERE: STABILE IL NUMERO DI IMPRESE FEMMINILI

Resta piu’ o meno stabile il numero delle imprese femminili in Emilia-Romagna, anche perche’ al forte calo delle aziende del commercio corrisponde la crescita nei servizi. È quanto emerge dai dati elaborati da Unioncamere e relativi al 2018. Al 31 dicembre scorso in regione, le aziende in rosa erano 85.000, pari al 21,1% del totale delle imprese regionali, con una leggera flessione (pari a un -0,1%) rispetto alla fine del 2017. Negli ultimi quattro anni la demografia delle attività mostra un andamento migliore a livello nazionale. In particolare le imprese sono aumentate in dieci regioni italiane e in Italia dello 0,2%. L’incremento e’ stato piu’ rapido nel Lazio. L’Emilia-Romagna e’ risultata quindicesima per ‘variazione’. Nelle regioni con le quali la nostra piu’ spesso si confronta, le aziende in rosa risultano in aumento dello 0,5% in Lombardia e dello 0,2% in Veneto, mentre si riducono in Toscana e in Piemonte. Anche tra le imprese femminili le societa’ di capitale continuano a aumentare notevolmente, per effetto dell’attrattivita’ della normativa delle societa’ a responsabilita’ limitata semplificata. Questa ha contribuito alla sensibile riduzione delle societa’ di persone, alla quale si e’ affiancata una piu’ lenta, ma piu’ ampia flessione delle ditte individuali. Le cooperative e i consorzi fanno registrare anch’esse una lieve contrazione.

You might also like More from author

Comments are closed.