ECONOMIA, UNIONCAMERE: CONTINUA CRESCITA IMPRESE STRANIERE IN E-R

Un inizio anno che conferma quanto sia attrattiva l’Emilia- Romagna per i cittadini stranieri che qui decidono di fare impresa. Secondo l’analisi condotta da Unioncamere, nei primi tre mesi dell’anno le aziende guidate da non italiani sono diventate 47.236, con un aumento del 2,6% in un anno. Un dato che comunque sottolinea una decelerazione rispetto ai 12 mesi precedenti, ma che vede in ogni caso una crescita della base imprenditoriale estera. La tendenza alla crescita delle imprese straniere e’ dominante in tutti i macro settori. L’espansione nei servizi traina quella complessiva. Deriva dal rapido e ampio incremento nell’intero aggregato, anche se in minore misura dall’aumento nel settore del commercio . La crescita della base imprenditoriale estera resta elevata nell’industria e continua – seppure lievemente – anche nelle costruzioni. Bene pure in agricoltura, nonostante il settore resti ancora marginale per le aziende estere. La spinta alla crescita deriva ancora innanzitutto
dalle ditte individuali, pari l’81,9% delle imprese straniere, ma l’aumento deriva sempre piu’
anche dalle societa’ di capitali che crescono piu’ rapidamente, sostenute dall’attrattivita’ della normativa
delle societa’ a responsabilita’ limitata semplificata. Questa ha contribuito pero’ a contenere la dinamica delle societa’ di persone. Diminuiscono infine le cooperative e i consorzi.

You might also like More from author

Comments are closed.