ECONOMIA: E-R SI CONFERMA IDEALE PER LAVORO FEMMINILE

Virtuosa per il loro numero, l’Emilia-Romagna si conferma terreno fertile per le imprenditrici. La regione è principe inoltre per numero di donne impiegate: solo nel 2016, infatti, 35.100 donne sono rientrate nel mercato del lavoro, il 4,1% in più rispetto al 2015 e in percentuale superiore ai loro colleghi maschi. Le donne occupate sono 888.224, valore mai raggiunto negli ultimi decenni. I numeri sono stati resi noti dalle camere di commercio regionali durante un’audizione in regione, presso le commissioni politiche economiche e pari opportunità. Sono 85.000 le imprese femminili attive in Emilia-Romagna, ovvero il 20,8% del complesso delle imprese in crescita nel 2016 rispetto all’anno precedente, anche se la presenza di imprese al femminile in regione e’ un po’ più bassa rispetto alla media nazionale, proprio perché riflette una elevata partecipazione al mondo del lavoro rispetto al resto del Paese: insomma, qui da noi per le donne ci sono abbastanza opportunità di impiego senza che debbano necessariamente mettersi in proprio per guadagnare. Rimane il commercio il comparto dove si registra il numero maggiore di imprese in rosa, seguono i servizi. I settori dove sono aumentate di più nel 2016 sono l’alloggio e la ristorazione, poi i servizi alle persone e il commercio. In calo invece la presenza femminile nelle costruzioni, nell’industria manifatturiera e in agricoltura.

You might also like More from author

Comments are closed.