ECONOMIA: IN E-R RALLENTA LA RIPRESA, SI ABBASSANO STIME DI CRESCITA

Due diversi rapporti sulla congiuntura economica della nostra regione, che hanno identica conclusione ma ne danno spiegazioni diverse; o meglio, da punti di vista differenti. La crescita del Pil nel 2019 in Emilia-Romagna sarà di un misero 0,3%, dice Prometeia, abbassando le stime degli industriali divulgate qualche giorno fa; è un trend assolutamente atteso, perchè l’apice della crescita è stato raggiunto nel 2017 e dunque si spiega così il rallentamento, fa eco all’istituto bolognese una ricerca di Cerved, attività specializzata in banche dati e studi di settore per le imprese. In sostanza, secondo Prometeia la nostra regione resta da podio per crescita ma domanda interna e produzione frenano, mentre le imprese tradiscono un certo pessimismo: questo a causa dell’inversione di tendenza degli investimenti, “a fronte di una tenuta dei consumi e della crescita delle esportazioni”. Secondo Cerved i segnali di rallentamento erano arrivati già nel 2018, anno che ha visto ad esempio aumentare il numero di imprese in ritardo coi pagamenti dopo che durante l’anno precedente si erano registrati numeri record in termini di fatturato e margini aziendali. Tornando ai dati congiunturali, la ripresa resta diffusa in tutti i settori, ma rallenta sensibilmente nell’industria e meno nei servizi, mentre resta abbastanza sostenuta nelle costruzioni. Nel mercato del lavoro, termina la discesa del tasso di disoccupazione (fermo al 5,9%).

You might also like More from author

Comments are closed.