ECONOMIA: CRESCONO LE IMPRESE FEMMINILI

Lieve crescita in un panorama di sostanziale stabilità: è la situazione delle imprese guidate da donne in Emilia-Romagna. I numeri sono stati diffusi come di consueto da Unioncamere: a fine 2017 le azienda femminili sono risultate 85.108, pari al 21% del totale delle imprese regionali, con un lieve incremento (0,1%), rispetto all’anno precedente. Le donne fanno meglio quindi dei colleghi uomini, le cui attività risentono maggiormente degli effetti della crisi passata. Negli ultimi tre anni la demografia delle imprese ha un andamento migliore a livello nazionale, anche per le sole imprese femminili. L’Emilia-Romagna è risultata 11/a per ‘variazione’; nelle regioni con le quali più spesso si confronta, la Lombardia e il Veneto, le imprese in rosa sono aumentate di più. Le tendenze- sempre secondo lo studio di Unioncamere – risultano divergenti in modo significativo nei vari settori di attività economiche. Crescono le imprese dell’insieme dei servizi, grazie soprattutto all’incremento delle aziende dei servizi alla persona e al boom della sanità e assistenza sociale, nonostante la rilevante eccezione dell’insieme del commercio al dettaglio. In territorio negativo, anche l’agricoltura e le costruzioni. Il lieve ampliamento nel numero delle imprese femminili è da attribuire alle società di capitale. Calano quelle a responsabilità limitata, lieve flessione delle ditte individuali. Le cooperative e i consorzi continuano a fare registrare una discreta crescita.

You might also like More from author

Comments are closed.