ECONOMIA: CONTINUANO A CRESCERE LE IMPRESE A GUIDA STRANIERA

Il rallentamento dell’economia emiliano-romagnol, si riflette anche sull’imprenditoria straniera che continua a crescere, ma a ritmi piu’ lenti.

Le aziende con titolari non italiani a fine anno erano 48.099, con una crescita inferiore rispetto al trend consolidato (comunque un +2,5%).

Secondo i dati del Registro delle imprese delle Camere di commercio elaborati da Unioncamere, l’Emilia-Romagna e’ la terza regione per crescita, dietro Campania e Lazio.

Nelle realtà leader con cui si confronta, l’aumento delle imprese straniere e’ piu’ contenuto in Lombardia e in Veneto, ma in entrambe la flessione delle imprese non straniere e’ piu’ ridotta.

La tendenza e’ dominante in tutti i macro settori. L’aumento si concentra nei servizi, originata soprattutto dal commercio. La dinamica espansiva resta elevata nell’industria, mentre si attenua nelle costruzioni.

Infine, la crescita e’ rapida in agricoltura, ma il comparto resta ancora marginale per le imprese estere.

Negli ultimi cinque anni, la quota delle imprese attive nel settore e’ salita di 4,6 punti percentuali e ha raggiunto il 52,2% del totale.

Nello stesso periodo, invece si e’ ridotto il rilievo di tutti gli altri settori, in particolare quello delle costruzioni, anche se il comparto resta il piu’ importante per le imprese estere.

La spinta alla crescita deriva dalle societa’ di capitali, che aumentano velocemente.

In seconda battuta l’incremento delle imprese estere e’ spinto dalle ditte individuali.

You might also like More from author

Comments are closed.