DUPLICE OMICIDIO DI ZOCCA: FERMATO L’EX GENERO

E’ scattato nella notte il fermo eseguito dai carabinieri di Modena e disposto dal Pm Lucia De Santis, nei confronti di Angelo Rainone, il 50enne accusato di aver ucciso a colpi di roncola i due fratelli trovati morti martedì nella stalla della loro azienda agricola, a Lame di Zocca sull’Appennino modenese. Le due vittime, Ugo e Breno Bertarini, erano il genero dell’indagato e lo zio dell’ex moglie. L’uomo è quindi ufficialmente l’unico sospettato del duplice omicidio. Inizialmente sentito come persona informata sui fatti, Bertarini per giorni non ha fornito agli inquirenti elementi tali da far scattare lo stato di fermo. Da subito i carabinieri avevano diffuso il suo nome: lui, ex marito della figlia 50enne di Ugo, e padre dei loro due figli, uno piccolo e l’altro adolescente, finito al centro dell’attenzione degli investigatori per via di diverse denunce ricevute in passato per minacce nemmeno tanto velate nei confronti anche dei due settantenni uccisi. Pare infatti che i fratelli – e pure la moglie – si fossero rivolti più volte ai carabinieri per evidenziare gli episodi. L’uomo era seguito da un centro di salute mentale per problematiche di carattere psicologico.

You might also like More from author

Comments are closed.