DEFINITIVO OK A DIESEL EURO4. ALLARME SMOG A REGGIO EMILIA

Una lunga seduta, a tratti tesa, quella dell’Assemblea legislativa della Regione Emilia-Romagna, che ieri ha dato il via libera formale alla modifica del piano aria, che ora prevede il via libera alla circolazione dei diesel Euro 4, il cui stop arriverà nel 2020. Starà ai Comuni ora adeguarsi, cosa che vale anche per quelli ribelli, Modena e Reggio Emilia in testa, che si sono riproposti di attendere la delibera del parlamentino di viale Aldo Moro fin dall’incontro fiume di lunedì 8 tra i vertici regionali e i sindaci. A parlare con voce più alta rispetto al dibattito politico sono però ancora una volta i dati rilasciati da Arpae: martedì a Bologna i livelli di Pm10 sono arrivati ad una concentrazione media di 57 microgrammi per metro cubo alla centralina di via Chiarini, valore ben oltre i limiti ed inferiore in Emilia solo a quello fatto registrare a Modena (59 microgrammi a Fiorano) e Reggio Emilia (61 microgrammi in via Timavo, ‘maglia nera’ in regione). Una situazione che, a stagione appena iniziata, si fa già preoccupante: in particolare per Reggio Emilia si tratta del quarto sforamento consecutivo, sei sono in totale; se poi si guarda all’anno solare, le giornate oltre i limiti di legge per le polveri sottili sono 30 sulle 35 consentite. Andamento del tutto analogo dell’ultima settimana a Parma, dove le Pm10 hanno fatto segnare una media di 55 microgrammi per metro cubo alla centralina Cittadella.

You might also like More from author

Comments are closed.