COSTRUZIONI, UNIONCAMERE: E’ UFFICIALE, LA RIPRESA SI RAFFORZA

Un’uscita dalla crisi che trova sempre più conferme, anche se il sentimento che permane è quello del cauto ottimismo. Questo inizio anno vede tirare le somme anche per l’edilizia, il settore che maggiormente ha sofferto della crisi. I dati sono di Unioncamere e si riferiscono al terzo trimestre del 2017: in Emilia-Romagna il volume d’affari è aumentato dell’1,8%. Secondo Istat, gli occupati nelle costruzioni sono risultati quasi 103 mila, con un incremento del 7,2%, ben maggiore rispetto all’1,8 del resto d’Italia. Gli effetti della crisi passata continuano però a farsi sentire sulla base imprenditoriale: a fine settembre, le imprese attive nelle costruzioni erano 66.326, quindi l’1,7% in meno rispetto allo stesso periodo 2016. La riduzione è più rapida tra le imprese operanti nella costruzione di edifici, ma ampia anche per quelle attive nei lavori di costruzione specializzati, tra cui si concentrano le imprese minori. La diminuzione è determinata soprattutto dalle ditte individuali, ma la tendenza negativa è più forte per le società di persone. A crescere sono solo le società di capitali. Appare infine attenuata la correlazione positiva tra dimensione d’impresa e andamento del volume d’affari, che cresce del 2% per quelle piccole, dello 0,7% per le medie e di oltre 3 punti per le grandi.

You might also like More from author

Comments are closed.