COMUNI, DIFENSORE CIVICO: IN 10 GIUNTE DONNE SOTTORAPPRESENTATE

Sono 11 i Comuni dell’Emilia-Romagna a non rispettare la legge Delrio sulle quote femminili nelle giunte. A fare i conti e’ il difensore civico della Regione Emilia-Romagna, Gianluca Gardini, che dopo una lettera gia’ inviata torna a sollecitare i sindaci inadempienti. Sono Saludecio nel riminese, Baiso in provincia di Reggio Emilia, Lagosanto nel ferrarese, Brisighella nel ravennate, Borgonovo Val Tidone nel piacentino, Minerbio e Granarolo dell’Emilia nell’area metropolitana di Bologna; poi i modenesi Bomporto, Castelfranco Emilia, Zocca, ma c’è anche il capoluogo Modena a non rispettare l’equilibrio di genere imposto dalla normativa. La legge Delrio, del 2014, richiede una presenza minima di genere pari al 40%. Per dieci degli undici Comuni, ammonisce il difensore civico, “il genere sottorappresentato e’ quello femminile, con l’unica eccezione del municipio ferrarese di Lagosanto, che vede un solo assessore uomo in una giunta di 5 membri”. Nel caso di Modena, invece, l’assessore donna c’era, ma ha lasciato ed è stata sostituita da un uomo. Se i Comuni continueranno a non ottemperare alla legge, il passo successivo sarà quello di trasmettere la documentazione al presidente Stefano Bonaccini: sarà lui a valutare azioni da intraprendere.

You might also like More from author

Comments are closed.