COMMERCIO, UNIONCAMERE: CALANO VENDITE E NUMERO DEGLI ESERCIZI

Calo delle vendite per il commercio emiliano-romagnolo, anche nel primo trimestre 2017. Come segnala Unioncamere, emerge una flessione dello 0,9%. Cala anche il mumerop delle imprese, una diminuzione dell’1,4% rispetto a un anno prima, determinato dal trend di ditte individuali e societa’ di persone. Positive, dice l’unione delle camere di commercio regionali, sono solo le vendite per iper, super e grandi magazzini. L’andamento insomma e’ correlato alla dimensione. È negativo in misura diversa per la piccola distribuzione e per la media, mentre e’ appena positivo per le realta’ con 20 o piu’ addetti. Se dunque in Emilia-Romagna si confermano “consumi in calo nei primi tre mesi dell’anno, in cui si accentua la tendenza negativa del trimestre precedente”, per gli esercizi al dettaglio in sede fissa, le vendite a prezzi correnti subiscono un calo dello 0,9% nel primo trimestre 2017 rispetto allo stesso periodo dell’anno scorso. “L’incertezza pesa sulla possibilita’ di una ripresa diffusa”, traduce Unioncamere. Grazie anche alla stagionalita’, in ogni caso, e’ atteso un miglioramento delle vendite nel corso del secondo trimestre, ma il saldo tra le valutazioni delle imprese non va comunque oltre gli 0,4 punti percentuali. La tendenza negativa, qua e la’, ha interessato le tipologie del dettaglio specializzato, con una flessione delle vendite dell’1,2% sia per l’alimentare sia per il non alimentare, mentre iper, super e grandi magazzini hanno realizzato un aumento dello 0,5%.

You might also like More from author

Comments are closed.