CASTELLARQUATO (PIACENZA): IN STATO DI FERMO PER TENTATO OMICIDIO DI FIGLIO E MOGLIE

Alla base di tutto il cattivo rapporto con il figlio, la cui colpa era quella di non ubbidire. Sarebbe stato abbastanza però da spingere Aldo Silva, un carpentiere in pensione di 62 anni, a massacrare il figlio 23enne Marco colpendolo ripetutamente alla testa nel sonno con una chiave inglese, nella loro casa di Castellarquato, sulle prime colline piacentine. Una furia omicida che ha investito anche la moglie Vilma, di 58 anni, che, sentendo le grida del ragazzo, si è svegliata ed è andata incontro allo stesso destino. Entrambi sono stati trovati in fin di vita dai soccorritori, allertati dal luogo di lavoro della donna, mentre il padre di famiglia tentava il suicidio aprendo il gas in cucina. L’uomo era chiuso in bagno di fianco al cadavere del cane, nemmeno lui scampato alla mattanza, e ora è in stato di fermo per duplice tentato omicidio. I carabinieri di Fiorenzuola d’Arda, ai quali sono affidate le indagini, stanno scavando ora nella vita di una persona dai vicini descritta normale. Ma un episodio potrebbe avergli cambiato la vita: un anno fa una terribile influenza ha portato Aldo Silva quasi al coma; la lunga convalescenza gli ha causato una depressione tale da richiedere l’assistenza dei servizi sociali e, in tempi recenti, si è reso necessario sottoporlo a un trattamento sanitario obbligatorio e alla revoca del porto d’armi per alcuni fucili che teneva in casa. Moglie e figlio sono in condizioni gravissime, ricoverati all’ospedale Maggiore di Parma.

You might also like More from author

Comments are closed.