CALCIOSCOMMESSE: IL PROCESSO RIPRENDE DA BOLOGNA

Al via ieri presso il tribunale di Bologna l’udienza preliminare del processo nato nel 2011 dalla nota inchiesta della Procura di Cremona che aveva portato anche ad alcuni arresti. Per ragioni di competenza territoriale, il procedimento si è spostato lo scorso anno sotto le due torri: qui sono 32 gli imputati, tra cui tra cui gli ex azzurri Beppe Signori, Cristiano Doni e Stefano Mauri. Il tribunale lombardo si era dichiarato incompetente, sostenendo che è Bologna il luogo in cui si è manifestata e realizzata l’operatività delle due principali associazioni a delinquere ipotizzate. Ricevuti gli atti, la Procura bolognese con il Pm Roberto Ceroni ha chiesto nuovamente il giudizio. Il Gup Francesca Zavaglia in mattinata ha accolto la costituzione di parte civile della Federcalcio, mentre ha rigettato quella del fallimento del Grosseto Calcio. Alcune difese hanno presentato nuove eccezioni di incompetenza territoriale, in favore di Perugia e Parma e altre saranno presentate nella prossima udienza, prevista il 5 aprile. Tra gli altri coinvolti, ex calciatori come Stefano Bettarini, Mauro Bressan, Kewullay Conteh, Luigi Sartor e dell’attuale attaccante del Chievo Sergio Pellissier.

You might also like More from author

Comments are closed.