CALCIO, INDAGINE PER ILLECITO SPORTIVO: IL PARMA RISCHIA LA SERIE A

Sono ore difficili per il Parma Calcio e per l’intera città ducale. Gialloblu che potrebbero veder sfumare il sogno di riagguantare la Serie A, a soli tre anni dal fallimento. Una cavalcata che ha visto la squadra arrivare al calcio che conta di promozione in promozione: una favola calcistica che rischia di essere messa a repentaglio da alcuni sms. La procura della Figc accusa la società di illecito sportivo in merito a uno scambio di messaggi tra Emanuele Calaiò e il giocatore dello Spezia Filippo De Col, a poche ore dal match Spezia – Parma che ha poi visto la vittoria degli ospiti e ha sancito la salita del club nella massima serie. Tre gli sms che hanno portato al deferimento del giocatore e, per responsabilità oggettiva, della società parmigiana: mi raccomando amico mio non rompete soprattutto col rapporto che avete con me, questi alcuni passaggi dell’invito di Calaiò allo spezzino De Col. Ed è stato proprio quest’ultimo, insieme a un suo compagno di squadra, a denunciare il fatto e a far scattare l’indagine federale. Messaggi scherzosi, corredati da emoticons spiritose, dicono ora i gialloblu che non si aspettavano il deferimento e, con una nota, hanno espresso sconcerto. Lo stesso sentimento che si respira in città dove quasi nessuno crede che, per quelle che sono ritenuti scambi di battute, si possa buttare all’aria la Serie A. La giustizia però fa il suo corso: il Parma Calcio ha una decina di giorni per preparare una memoria difensiva. La sentenza definitiva arriverà a metà luglio dopo due gradi di giudizio.

You might also like More from author

Comments are closed.