BOLOGNA, FRASE CHOC SU FB: “HA PIU’ MORTI SULLA COSCIENZA TOTO’ RIINA O EMMA BONINO?”

E ci risiamo: dopo le parole affidate a Facebook da don Lorenzo Guidotti, parroco della provincia di Bologna, sulla violenza sessuale avvenuta all’interno di un vagone ferroviario ai danni di una 17enne, il social network travolge un altro prelato. Questa volta è don Francesco Pieri, docente alla Facoltà teologica dell’Emilia-Romagna. L’innesco della nuova polemica è la morte del boss di Cosa Nostra Totò Riina, o, sarebbe meglio dire, l’incauto paragone che il sacerdote fa tra il capo dei capi, condannato a 26 ergastoli, e un volto noto della politica italiana ed europea. “Ha più morti innocenti sulla coscienza Toto’ Riina o Emma Bonino?” Questa la frase affidata al proprio profilo Facebook da don Pieri, scovata da Il Resto del Carlino. Il riferimento, spiegato dallo stesso autore a chi gli chiedeva conto nei commenti, è alle battaglie che negli anni la Bonino ha sostenuto in favore del diritto delle donne all’aborto, con tanto di riferimenti al Concilio Vaticano II che paragona la pratica al genocidio. La pagina ha poi presto smesso di essere pubblica e dunque visibile a chiunque, ma il danno era stato fatto, merito della viralità e velocità croce e delizia al tempo stesso del web. Peculiarità con le quali evidentemente qualche prelato ha poca dimestichezza, se si considera che tra i like (i mi piace) al post c’è anche quello di don Massimo Vacchetti, vice-economo della Curia e responsabile della Pastorale dello sport. Altra grana insomma per l’arcidiocesi di Bologna, altra linfa per il dibattito politico, ancora le donne al centro di tutto.

You might also like More from author

Comments are closed.