BOLOGNA: DIFFAMO’ FAMIGLIA CUCCHI, CONDANNATO IL NEO-DEPUTATO GIANNI TONELLI

Il tribunale di Bologna ha condannato a 500 euro di multa Gianni Tonelli, segretario generale aggiunto del sindacato di polizia Sap e neoeletto in parlamento con la Lega Nord, per diffamazione nei confronti della sorella e dei genitori di Stefano Cucchi, il giovane morto nel 2009 nel reparto detentivo dell’ospedale Pertini di Roma. Al centro della vicenda, che ha portato a un decreto penale di condanna, un post che Tonelli aveva pubblicato su Facebook, commentando un’altra vicenda giudiziaria che contrappone il neo-deputato alla famiglia Cucchi, per le dichiarazioni rilasciate in alcune interviste. La sorella Cucchi, Ilaria, raggiunta dall’Ansa, ha commentato la notizia parlando di fango sulle famiglie vittime di abusi: Tonelli – continua – “ha fatto e fa politica sulla nostra pelle”. La famiglia si è detta pronta ad incontrare il parlamentare in tribunale a Roma, dove sarà a processo per imputazione coatta assieme ai colleghi Maccari e Capece. Il deputato leghista ha annunciato che farà opposizione al provvedimento. Finisce dunque sotto i riflettori Gianni Tonelli, già con l’attenzione dei vertici della polizia puntati verso di lui per una lettera pubblicata lo scorso novembre dal quotidiano Libero, dove – come rappresentante sindacale – aveva criticato il numero uno del corpo Franco Gabrielli per la presenza di un prefetto all’interno di un video dal contenuto politico.

You might also like More from author

Comments are closed.